GuidaMacropolis

 

 

G.Mortenson ci insegna come si fanno le "missioni di pace".
Greg Mortenson, fondatore e direttore esecutivo dell’Istituto per l’Asia Centrale (Central Asia Institute), ècresciuto tra le cime del Monte Kilimangiaro in Tanzania dove ha trascorso l’infanzia e parte dell’adolescenza dal 1958 al 1973 insieme al padre, Irvin, fondatore dell’ospedale Centro Medico Cristiano del Kilimangiaro (Kilimanjaro Christian Medical) e alla madre Jerene fondatrice della Scuola Internazionale Moshi (Moshi International School).

Ufficiale medico dell’esercito americano dal 1977 al 1979, in Germania, durante la Guerra Fredda, e’ stato premiato con il riconoscimento della Medaglia al Valore (Army Commendation Medal). Nel 1983 si e’ laureato all’Universita’ del Sud Dakota ed ha proseguito gli studi universitari in neurofisiologia all’Universita’ dell’Indiana.

Appassionato di montagna e di alpinismo fin da piccolo, nel 1993 e’ riuscito a realizzare un sogno inseguito per tutta la vita, compiendo un’impresa epica e temeraria agognata da molti: la scalata dell’insidioso K2, la seconda vetta piu’ alta del mondo.

Questa esperienza ha cambiato definitivamente il suo atteggiamento nei confronti della vita e da allora Greg Mortenson ha continuato ininterrottamente a dedicarsi ad attivita’ umanitarie volte a promuovere la scolarizzazione di donne e bambini soprattutto in regioni politicamente molto instabili del Pakistan e dell’Afghanistan. In questi anni ha fondato 58 scuole grazie all’Istituto dell’Asia Centrale, la sua organizzazione “no profit”. Ha permesso ad oltre 24000 bambini di ricevere un’educazione scolastica in zone fino ad allora dotate di scarsissime opportunita’ di scolarizzazione.

Il libro "Three Cups of Tea: One Man’s Mission To Promote Peace… One School At A Time", il fiore all’occhiello della biografia di Greg Mortenson e’ stato scritto in collaborazione con David Oliver Relin ed e’ stato il best seller del New York Times nel marzo 2006. Il libro e’ diventato un CD audio (pubblicato dalla Tantor Media) ed e’ stato pubblicato in italiano nel novembre 2006 dalla Nuovimondi Media di Bologna con il titolo ‘Tre Tazze di Te’”.

Nel 1996, Greg Mortenson e’ riuscito a sfuggire dalle mani delle tribu’ armate del Pakistan dopo otto giorni di prigionia; nel 2003 e’ scampato ad uno scontro a fuoco tra i signori della guerra che tiranneggiano l’Afghanistan, nascondendosi in un camion sotto le carcasse di animali dirette ad una fabbrica di pellami. E’ riuscito a sopravvivere due volte alle fatwa dei mullah islamici, alle innumerevoli minacce di morte e alle intimidazioni ricevute dai suoi connazionali che dopo l’11 settembre lo hanno bandito per l’attivita’ di scolarizzazione dei bamibini musulmani..

Mortenson per le comunita’ dell’Afghanistan e del Pakistan e’ un vero eroe vivente, si e’ conquistato la fiducia dei leader islamici, dei capi tribu’ e dei militari grazie alle sue infaticabili lotte per sostenere la causa della scolarizzazione, in special modo femminile.

Greg Mortenson e’ uno dei pochi stranieri ad aver lavorato da oltre tredici anni continuativamente in zone di guerra. Durante la sua vita ha viaggiato in oltre 70 paesi e grazie alla sua esperienza interculturale, e’ riuscito a tenere discorsi al Pentagono, al Dipartimento della Difesa, al Dipartimento di Stato americano, nelle biblioteche, nei campus, nelle universita’, nelle scuole, nelle chiese, nelle moschee, nelle sinagoghe, alle riunioni di uomini di affari, nelle orgnizzazioni femministe e in tantissimi altri posti.

Accanito sostenitore della scolarizzazione femminile come mezzo principale per lo sviluppo economico, per la pace e per la prosperita’ delle societa’ depauperate, Greg Mortenson afferma che: “si possono distribuire i preservativi, lanciare bombe, costruire strade, oppure portare l’elettricita’ nelle citta’, ma la societa’ restera’ immutata finche’ le donne non potranno accedere alla cultura”.

Greg Mortenson e’ apparso in molte trasmissioni televisive e in molte radio per difendere la cultura come via verso la tolleranza e la pace. Ha scritto su oltre centocinquanta giornali, ha parlato in oltre quaranta canali televisivi, inclusi CNN, BBC, NBC, ABC, il Servizio Pubblico Televisivo (Public Broadcasting Service), e in numerose stazioni radio, inclusa la National Public Radio. I suoi programmi e le apparizioni mediatiche del 2006 sono elencati nel sito
http://www.threecupsoftea.com/BookTourTVRadio.php

Tom Brokaw, giornalista della NBC, definisce Greg Mortenson, “una persona ordinaria, che con la giusta combinazione di carattere e determinazione sta risucendo realmente a cambiare il mondo”.

Al Neuharth, fondatore di USA Today, dice di Greg Mortenson: "Greg Mortenson non si limita a scalare le montagne, riesce a spostarle, e grazie alla sua determinazione e al suo impegno, ha ridato la speranza e ha cambiato la vita di migliaia di bambini che vivono in regioni disastrate”.

Per gran parte dell’anno Greg Mortenson, 48 anni, vive in America, in una cittadina del Montana chiamata Bozeman assieme alla moglie , la dottoressa Tara Bishope e a ai due figli.

(‘Tre tazze di Tè’, Nuovi Mondi Media, (Bologna), Nov. 2006)