Perchè non torniamo alla Lira ?
  Krugman: falsi tecnocrati crudeli vi hanno tradito con l’Euro
.....Cominciamo con la creazione dell’euro. Se pensate che questo fosse un progetto guidato da un calcolo accurato dei costi e dei benefici, siete stati male informati. La verità è che il cammino dell’Europa verso una moneta unica è stato, fin dall’inizio, un progetto dubbio privo di alcuna analisi economica oggettiva. Le economie del continente erano troppo diverse per funzionare senza problemi con una politica monetaria unica e buona per tutti, troppo esposte alla probabilità che si verificassero “shock asimmetrici”, in cui alcuni paesi crollavano, mentre altri andavano in boom. E a differenza di Stati Uniti, i paesi europei non facevano parte di una singola nazione con un bilancio unificato e un mercato del lavoro tenuto insieme da una lingua comune.

Perché allora questi “tecnocrati” hanno spinto così fortemente per l’euro, ignorando i molti avvertimenti degli economisti? In parte era il sogno di unificazione europea, che l’élite del continente trovava talmente allettante che i suoi esponenti scartavano via le obiezioni pratiche. E in parte è stato un atto di fede economica, la speranza – guidata dalla volontà di credere, nonostante le ampie prove del contrario – che tutto avrebbe funzionato fin quando le nazioni avessero praticato le virtù vittoriane della stabilità dei prezzi e della prudenza fiscale. Triste a dirsi, le cose non hanno funzionato come promesso. Ma invece che adattarsi alla realtà, quei presunti tecnocrati andavano a raddoppiare la posta: insistendo, ad esempio, sul fatto che la Grecia potesse evitare il default attraverso un’austerità spietata, mentre chiunque sapesse davvero fare i conti era consapevole di soluzioni migliori.... (leggi tutto)